MARCELLO MESSINA ISTRUTTORE CINOFILO

PAURA DEI BOTTI

A Capodanno fuochi e petardi non si accendono solo per spirito goliardico o come molti pensano per salutare l’anno passato.

Hanno il significato di espulsione del vecchio anno con le sue negatività.

In tutto il mondo vi sono antichi riti con significato di esorcismo contro demoni e spiriti maligni. Per citare un esempio, in Boemia i ragazzi disposti a cerchio ed armati di fucili sparano in aria tre colpi per spaventare le streghe.

Oggi in moltissimi Comuni vi sono delle ordinanze emanate dai sindaci col divieto assoluto di utilizzare fuochi d’artificio e petardi proponendo come punizione multe salatissime. Molti di noi, ogni anno dopo il 31 dicembre leggono sul giornale di numerosi feriti ed incidenti causati da questa usanza ormai con fini goliardici.

Ai nostri cani poco importa delle streghe e dei demoni d’allontanare, loro preferiscono tenere lontani i nemici con il ringhio e non con botti, per loro assordanti rumori che spesse volte causano paura e terrore. In questi momenti di panico moltissimi cani durante l’anno muoiono per infarto o perché si gettano dal balcone mentre cercano riparo.

Per evitare ciò oggi vi darò alcuni consigli d’applicare il 31 dicembre:

• chiudete bene le finestre e abbassate le serrande per attutire il più possibile il rumore. Non lasciate mai il cane su balconi o terrazze;

• non portate a spasso il cane in orari dove maggiormente vengono sparati i fuochi d’artificio o i botti;

• se il vostro amico a quattro zampe si nasconde, lasciatelo fare. Sarebbe meglio proporgli una stanza lontana dai possibili rumori e in penombra, con un rifugio già localizzato e preparato per essere il più confortevole possibile (magari, sotto al letto);

• per i cani cardiopatici o anziani meglio rivolgersi al proprio medico veterinario per farsi prescrivere qualche farmaco che possa calmare il cane, per mia esperienza i fiori di Bach non portano alcun risultano a riguardo;

• non lasciate il vostro cane solo in casa, in caso siate impossibilitati a portarlo con voi affidatelo ad un dog sitter o ad una pensione casalinga di comprovata serietà;

• in caso di emergenza rivolgetevi subito al vostro veterinario referente o alla clinica veterinaria più vicino casa vostra;

• non tenete cani in giardino o legati alla catena;

• mantenete il cane digiuno per un po’ di ore prima dall’inizio dei botti per evitare il manifestarsi di vomito o soffocamenti;

• se possibile tenete la televisione o radio accesa dove si trova il cane;

• cosa molto importante non lasciate il cane libero per strada nei giorni di festa ma tenetelo sempre al guinzaglio, se non avete ancora provveduto a mettere il microchip affrettatevi, perché tantissimi cani in quei giorni scappano durante le passeggiate a causa della loro paura per i botti.

Ormai il tempo è troppo breve per educare il cane ad abituarsi ai fuochi d’artificio ma dopo le festività vi consiglio di rivolgervi ad un educatore cinofilo esperto per poter insegnare al vostro cane ad accettare i forti rumori con alcuni esercizi, purtroppo non esistono formule magiche dell’ ultimo momento.

Marcello Messina

istruttore e rieducatore cinofilo

Il tuo cane ha paura dei botti o forti rumori?Ti possiamo aiutare noi!Scrivici